Chi siamo?

Donne e uomini che vivono la separazione o il divorzio del loro matrimonio cattolico, ma anche persone che hanno subito una sentenza di nullità o il naufragio di un’unione civile o di una convivenza, e vogliono condividere la loro sofferenza per renderla feconda

Perché ci incontriamo?

Per l’amore profondo che Gesù ha mostrato in modo particolare per chi soffre, senza discriminazioni. Per sentirci uniti nella comunità cristiana, testimoniando la fede cristiana, che va oltre ogni ferita, per riflettere sulla Parola di Dio, per vivere la preghiera.

Per credere con coraggio che la famiglia esiste, per credere, ancora, nei valori che essa deve continuare a racchiudere anche dopo la fine del rapporto di coppia.

Per vivere con responsabilità il ruolo di genitori con i figli, che in prima persona vivono con disorientamento la discontinuità del rapporto affettivo